Creare contenuti di Valore che catturino e fidelizzino il tuo pubblico

Sommario

Hai mai sentito dire “Content is King”?

È un’espressione che risale al 1996 quando Bill Gates scrisse un saggio con questo titolo che iniziava così:

Content is where I expect much of the real money will be made on the Internet” ovvero “I contenuti è dove mi aspetto che si faranno i soldi veri su Internet”

In quegli anni iniziava la rivoluzione nell’uso di Internet per la sua capacità di divulgare notizie in tutto il Mondo, più veloce di qualsiasi altro canale.

Oggi sono cambiate moltissime cose ma l’importanza che i contenuti rivestono nel web è ancora fondamentale.

Se sei una libera professionista e vuoi promuoverti online, la creazione di contenuti di Valore è il modo più economico e sicuro per attrarre, selezionare e fidelizzare il tuo pubblico.

Lo so, ci va del tempo, ma seguendo i miei consigli, tutto il tempo che investirai nel creare contenuti sarà tempo investito nell’aumentare il pubblico che ti segue e quindi il tuo fatturato, ne vale la pena no?

Comprendi il tuo pubblico

Se non sai a chi ti rivolgi, i contenuti che creerai non porteranno a nulla.

Non intendo solo che devi scegliere una categoria generale di persone (per es. donne di 30-40 anni), intendo proprio un’analisi approfondita di chi sono le persone a cui ti rivolgi, di cosa hanno bisogno, che frasi usano più spesso, quali sono i loro desideri, di cosa hanno paura, cosa sperano, ecc.

Parti dalla clientela che hai già, invia un questionario, frequenta i gruppi Facebook più interessanti, partecipa agli eventi di settore (quello dei tuoi clienti, non solo il tuo!) e parla con le persone, non per vendere direttamente ma per conoscere, con curiosità, il più possibile di loro.

Annotati le domande che fanno più spesso, le parole che ricorrono, i punti in comune e, soprattutto, i bisogni che hanno e che non riescono a soddisfare.

Crea contenuti rilevanti

La rilevanza è la chiave.

I tuoi contenuti devono essere come un puzzle che si incastra perfettamente nelle esigenze e negli interessi del tuo pubblico. Definisci obiettivi chiari per i tuoi contenuti e crea qualcosa che risponda alle loro domande.

È come regalare loro un prezioso pacchetto di informazioni.

Ricorda che i contenuti devono essere rilevanti per il tuo pubblico oltre che per te!

Utilizza Google Analytics per raccogliere informazioni preziose sul comportamento dei visitatori sul tuo sito web e prendi l’abitudine di controllare gli Insight sui tuoi canali social.

Questi dati ti aiuteranno a comprendere quali contenuti funzionano meglio, quali parole chiave sono più popolari e quali argomenti interessano di più al tuo pubblico.

Crea contenuti personali ed originali

Perché siano rilevanti i tuoi contenuti devono avere quel qualcosa che solo tu puoi inserire, al di là delle informazioni che offri, il tuo pubblico ti segue soprattutto perché ama il modo unico che tu hai di esprimerti (se non sai cosa ti rende unica, scarica la checklist Scopri i tuoi punti di forza!).

Non tutti ti ameranno, ecco perché parlo del TUO pubblico, quello che ti apprezza, quello che giudica i tuoi contenuti né troppo semplicistici né troppo complessi, quello a cui piace il tuo modo di esporti e di scrivere.

Essere autentiche, ormai, è cruciale nella creazione di contenuti di valore. Evita di copiare o di creare contenuti generici. Sii originale, metti il tuo tocco personale e condividi il tuo punto di vista unico. Il pubblico apprezza la genuinità e risponderà positivamente alla tua autenticità.

Non aver paura di esprimere le tue opinioni in modo chiaro anche quando non sono “popolari”, sul web c’è spazio per tutti e ci sono sicuramente molte più persone di quanto pensi che non vedono l’ora di leggerti.

L’obiettivo di tutto ciò che fai online è quello di mostrare la tua autorevolezza e spiegare chi sei, cosa fai e come lo fai, la vendita ne è una conseguenza, quando scrivi contenuti, il tuo focus deve essere quello di dare valore.

E non dimenticare di offrire un motivo per tornare, come una serie di articoli o un podcast regolare.

Inserisci le Call To Action

Un buon contenuto non è sufficiente se non coinvolge il tuo pubblico.

Ci sono tre fasi principali da cui passa il tuo cliente prima di acquistare:

  1. Conoscenza: prima di tutto ti deve conoscere, deve trovarti da qualche parte, in una ricerca su Google, in un post sui social, in un podcast… devi essere sotto i suoi occhi. Qui i contenuti servono per interessare e mostrare ciò che fai.
  2. Considerazione: dopo averti trovato devi dargli un motivo per seguirti, iscriversi alla tua mailing list o comunque considerarti un po’ meglio. Qui i contenuti servono per mostrare autorevolezza e selezionare il tuo pubblico.
  3. Acquisto: dopo un lasso di tempo molto variabile, se la persona ti segue e fruisce dei tuoi contenuti con piacere, arriverà all’acquisto (nel momento in cui ha proprio quel bisogno che tu soddisfi con i tuoi servizi)

Le call to action o chiamate all’azione si usano per guidare il tuo pubblico da una fase all’altra: da un post social al download di un PDF, dalla lettura di un articolo sul blog alla prenotazione di una call, dalla lettura di una tua mail di lancio di un nuovo servizio all’acquisto, ecc…

No, non sto contraddicendo quello che ho scritto nel paragrafo precedente, continuo a sostenere che la vendita arriva in modo naturale MA devi anche rendere facile il percorso!

Ogni contenuto che crei deve avere un singolo obiettivo importante, deve “trasportare” le persone un po’ più vicine a te, facendogli fare un passo in più.

Puoi inserire una CTA in diversi modi:

  • un link nel testo
  • un pulsante
  • un modulo da compilare
  • un p.s. alla fine del testo (lo sapevi che è una delle parti più lette?)
  • un popup che si apre all’uscita del sito o dopo un tot di tempo prefissato
  • un’immagine cliccabile
  • un box in evidenza nella sidebar del blog
  • una firma lunga nelle mail con dettagli su come puoi aiutare il tuo pubblico

Più la CTA è coerente con il contenuto, più alte saranno le possibilità che qualcuno faccia il passo successivo.

Strategie per velocizzare la creazione di contenuti

Per poter mettere in pratica tutto ciò che ti ho detto, devi rendere tuo il potere del piano editoriale!

Investire una giornata ogni trimestre, almeno, per ideare e mettere su un calendario tutti i tuoi contenuti ti permette di:

  • correlare i contenuti con specifici periodi o lanci che vuoi fare
  • migliorare la coerenza della tua comunicazione
  • lavorare su specifiche parole chiave
  • analizzare gli Insight
  • essere costante nella pubblicazione
  • avere una strategia che tiene conto di tutti i tuoi canali di comunicazione
  • ottimizzare l’uso delle risorse e del tempo

E come velocizzo la produzione di contenuti?

Qui la parola magica è batching! Ovvero raggruppare il più possibile le azioni simili.

Per esempio se nel tuo piano editoriale hai deciso che una volta alla settimana metti un post su Instagram con una foto e una citazione, sarai molto più veloce creando 12 post tutti in una volta che non aprendo ogni settimana tutti i tool che ti servono solo per creare un post.

Inoltre la creatività viene stimolata nel “flusso”. Quando ti focalizzi solo su un’attività, eliminando ogni distrazione (sì anche le notifiche del telefono!) il tuo cervello comincia a lavorare al meglio e produce idee su idee che puoi realizzare subito.

In sintesi, creare contenuti di valore è la chiave per il successo online.
Ricorda sempre di mettere il tuo pubblico al centro e di offrire loro ciò di cui hanno bisogno. Sii autentica, coinvolgente e costantemente attenta ai feedback. Solo così potrai catturare e fidelizzare il tuo pubblico nel lungo termine.

E se hai bisogno di un boost per la tua attività, prenota la tua call gratuita con me! (Sì questa è la mia CTA finale 😉)

Gratis per te

La newsletter

Ultimi articoli

Potrebbe interessarti anche...

Come attivare un blog in WordPress

WordPress offre la possibilità di creare un blog in modo quasi automatico, in questa guida vediamo come farlo in pochi passaggi. Perché creare un blog? Il blog è un ottimo modo per attrarre traffico dai motori di ricerca. Gli articoli, se realizzati con i giusti criteri, si indicizzano più facilmente

Leggi Tutto »